Il Facsimile



Il Facsimile


facsimile-imgL'edizione in facsimile del Leggendario Sforza-Savoia riporta alla luce tutta la stupefacente bellezza di un manoscritto altrimenti inaccessibile al pubblico. L'opera, realizzata a tiratura limitata, riproduce fedelmente il codice Varia 124, con particolare riguardo alla fedeltà cromatica delle illustrazioni e delle dorature: ciascuna pagina del facsimile è così indistinguibile dall'originale in ogni aspetto. L'edizione è accompagnata da un volume di saggi curato da Pier Luigi Mulas, contenente la traduzione integrale del testo in italiano moderno.


Il Commentario

L'edizione in facsimile è accompagnata da un volume di saggi inediti a cura di Pier Luigi Mulas, docente di storia dell'arte medievale presso l'Università di Pavia. L'opera contiene un testo introduttivo di Giovanni Saccani, Direttore della Biblioteca Reale di Torino, e un saggio dedicato alla figura di Galeazzo Maria Sforza, a firma di Luisa Giordano, docente di Storia dell'arte moderna presso l'Università di Pavia. Pier Luigi Mulas è autore del capitolo dedicato al manoscritto e al suo miniatore, Cristoforo de Predis, e della scheda con la descrizione analitica e il commento di tutte le 324 illustrazioni del codice. Il commentario contiene infine il testo integrale del manoscritto, tradotto per la prima volta in italiano moderno e reso interamente comprensibile al lettore di oggi.


Caratteristiche tecniche

  • Riproduzione in facsimile del codice Varia 124 conservato presso la Biblioteca Reale di Torino
  • Tiratura limitata di 750 esemplari numerati per la diffusione mondiale
  • Volume di 158 carte di formato 262 x 185 mm
  • 324 grandi miniature figurate e 107 iniziali miniate e dorate
  • Riproduzione delle dorature presenti nel codice con oro e argento in pasta, oro in polvere e oro in lamina
  • Riproduzione facsimilare delle cromie con l’utilizzo di inchiostri speciali ad alta pigmentazione
  • Legatura in velluto di seta rossa con al centro del piatto anteriore un rosone dorato e cesellato recante gli stemmi delle famiglie Sforza e Savoia
  • Capitello in seta a due colori cucito a mano
  • Fedele riproduzione del profilo irregolare delle carte e colorazione manuale del taglio
  • Cofanetto rivestito in pelle con titolo dell’opera dorato sul dorso
  • Commentario a cura di Pier Luigi Mulas con testi di Giovanni Saccani, Luisa Giordano e Pier Luigi Mulas; traduzione integrale del testo del manoscritto in italiano moderno
  • Tutte le lavorazioni del facsimile sono eseguite da botteghe e maestranze italiane